TORTINO GANEFFA

Ricetta vegetariana

Il tortino ganeffa è una variante più veloce e semplice delle famose polpettine ganeffe siciliane che vengono servite con un buon brodo di carne. Il nome ganeffa mi era simpatico e allora ho provato un’alternativa al piatto classico: il tortino ganeffa come sempre buono, veloce e facile.

Tempo totale: 30 minutes

Porzioni: 2

See more about Edamam on

Ingredienti

Note

La preparazione di questo piatto è molto facile

1) Lavate il riso tre/quattro volte con acqua fredda e mettetelo con 4 bicchieri sempre d’acqua fredda sul fuoco con un po’ di sale per 15 minuti.

zafferano

2) Mettete una dozzina di pistilli di zafferano in un bicchiere di acqua bollente per 20 minuti, poi strizzateli con le dita e mettete l’infuso di zafferano in un’ampia zuppiera. I pistilli hanno un aroma unico ma se non li avete potete sostituirli con una bustina di zafferano da sciogliere in acqua bollente.

3) Aggiungete nella zuppiera con lo zafferano il riso cotto ben scolato e mescolate per amalgamare i due ingredienti.

4) Aprite le due uova e mettetele in un piatto fondo con il pecorino grattugiato, un pizzico di sale, pepe e un cucchiaio di farina bianca. Ho usato la farina senza glutine per rendere il piatto mangiabile a chi evita il glutine. Sbattete il tutto con una forchetta o una frusta da cucina.

5) Quando le uova sono ben sbattute aggiungetele nella zuppiera con il riso e lo zafferano e mescolate bene con attenzione: deve essere un bel composto ben amalgamato.

6) In una padella mettete un po’ di olio di semi.

7) Quando l’olio sarà caldo – ma attenzione! Non deve fare fumo – mettete il contenuto della zuppiera nella padella su un fornello medio a fiamma bassa.

8) E’ meglio, per ovvie ragioni, usare una padella antiaderente. Aiutatevi con un cucchiaio di legno piatto e a taglio per compattare i bordi della frittata e spostate ogni tanto la padella in modo che la fiamma non cuocia solo il centro o, ancor meglio, usate un spargifiamma.

tortino_ganeffa_04_tortino

9) Dopo qualche minuto sollevate delicatamente con il cucchiaio di legno il bordo del tortino ganeffa per controllarne la cottura. Quando sarà dorato giratelo usando o un piatto piano molto grande o un coperchio che siano più larghi della padella. A casa mia usiamo il coperchio perché avendo il pomello si tiene meglio e si evita di bruciarsi.

10) Per girare il tortino ganeffa niente esitazioni fate così: si mette il coperchio sopra la padella e con un colpo secco del polso destro di 180 gradi, con sotto il coperchio nell’altra mano, si gira la padella. Poi fate scivolare il tortino nella padella lentamente. Un ritocco ai bordi con il cucchiaio di legno e qualche altro minuto di cottura. Fatto!

Il tortino ganeffa è pronto.

Carmen Arancino

... Scrivi la tua opinione ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.