UN ALLEATO IN CASA: IL RISO

Il riso, oltre ad essere un cereale buono da mangiare e che fa bene all’organismo, può avere altri utilizzi in casa molto utili nella vita di tutti giorni. Conosciamo questi piccoli trucchetti che valorizzano ancora di più la presenza del riso nelle nostre dispense.

PULIZIA

Dovete pulire delle bottiglie o dei barattoli di vetro dall’imboccatura troppo stretta? Nessun problema: mettete un pugnetto di riso nel barattolo o nella bottiglia, aggiungete acqua calda fino all’orlo e aspettate 15 minuti, agitate, fate scolare l’acqua con il riso, sciacquate ed ammirate la brillantezza del vetro.

Una macchia d’olio è finita su un vostro capo d’abbigliamento, sulla tovaglia o su un tappeto? Agite subito con della farina di riso mettendola sulla macchia. Il potere assorbente del riso agirà sulla macchia e dopo 5/10 minuti potete spazzolare via farina di riso e macchia.

Volete utilizzare il macinino per il pepe o qualche altra spezia ma poi non sapete come pulirlo dai residui? Con il riso. Mettete un pugnetto di riso nel macinino e accendetelo. Il riso assorbirà i residui oleosi e gli odori pulendo a fondo il vostro attrezzo da cucina.

Non buttate via l’acqua di cottura del riso! Potete utilizzarla come un detergente naturale per il viso: con un batuffolo di cotone idrofilo applicatela sul viso e poi sciacquate con acqua tiepida. La vostra pelle sarà più luminosa! Ricordate che l’acqua di cottura del riso va utilizzata entro tre giorni.

IN CUCINA

State per fare una bella frittura. L’olio è nella padella e la padella è sul fuoco ma quando l’olio sarà abbastanza caldo per friggere? Scopritelo con un chicco di riso: mettetelo nella padella con olio e quando farà le bollicine l’olio è pronto.

Per rendere la frutta matura più velocemente tenetela su un vassoio con uno strato di riso crudo sotto.

UMIDITA’

Il riso assorbe bene l’umidità. Infatti un cucchiaino di riso nella saliera da tavola fa in modo che il sale non si appallottoli ed esca sempre a pioggia dal suo contenitore.

Questa sua caratteristica può essere utile anche per salvare i  cellulari nel caso entrino in contatto con l’acqua. Dopo aver allontanato il cellulare dall’acqua, levate la batteria, con un panno asciugate l’acqua dal cellulare e poi mettete cellulare e batteria in un barattolo coprendolo di riso per almeno 6 ore. Poi usate l’asciugacapelli per eliminare i residui del riso dal cellulare.

IL CALDO E IL FREDDO

Per la sua compattezza il riso è un buon conduttore sia di caldo che di freddo. Imbottite di riso un calzino lungo di cotone, cucite l’entrata del calzino e otterrete una specie di termoforo utile per alleviare i dolori della cervicale. Per riscaldare questo artigianale “termoforo” basta metterlo su un termosifone acceso o nel forno a microonde.
Per utilizzarlo come borsa del ghiaccio basta riempire di riso un sacchetto di stoffa e tenetelo in freezer. In questo modo avrete a portata di mano un pratico rimedio per quando vi serviranno impacchi freddi come in caso di contusioni o febbre.

Carmen Arancino

... Scrivi la tua opinione ...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.