RISO ITALIANO PER SUSHI E ONIGIRI

Per rispondere a chi mi chiede con quale riso italiano si può sostituire quello giapponese per la preparazione del sushi o degli onigiri ho preparato questa scheda sintetica.

Una breve premessa.
La necessità di sostituire con riso italiano quello giapponese nasce dal fatto che non tutti hanno la possibilità di trovare il riso giapponese con comodità. Non vi spaventate se non conoscete la maggior parte delle qualità di riso qui elencate, in verità, sono classificazioni commerciali e in realtà sugli scaffali dei mercati ne troverete molti meno.

Il riso italiano per sushi e onigiri da preferire è un riso dal chicco tondo o un riso medio e non parboiled.

Le qualità di riso tondo (chicco tondo) rientrano nella categoria del riso comune o originario e sono:
Americano 1600,
Auro,
Bali,
Balilla,
Balilla grana grossa,
Camolino,
Cripto,
Elio,
Originario,
Pierrot,
Raffaello,
Razza 253,
Rubino,
Selenio,
Ticinese.

Le qualità di riso medio italiano rientrano nella categoria del riso semifino e sono:
Argo,
Italico,
Lido,
Maratelli,
Monticelli,
Padano,
Piemonte,
Ribe,
Romeo,
Rosa Marchetti,
Titanio,
Vialone Nano.

Nella scelta del riso italiano per sushi e onigiri va evitato il riso semifino e fino quelli, per intendersi, che consiglio per la preparazione di insalate e risotti. Ve li elenco per comodità e sono:
Arborio,
Ariete,
Baldo,
Bonnet,
Carnaroli,
Cervo,
Drago,
Europa,
Gladio,
Gritna,
Italpatna,
Karnak,
Loto,
Miara,
Molo,
Onda,
Panda,
Radon,
Razza 77,
Redi,
Ringo,
Riva,
Rizzotto,
Roma,
Riva,
S.Andrea,
Silla,
Smeraldo,
Strella,
Star,
Vela,
Veneria
Volano.

Ecco una piccola cosa in più che ora sapete: qual’è il riso italiano per sushi e onigiri da usare al posto del riso giapponese.
Carmen Arancino

... Scrivi la tua opinione ...