IL RISO CRODO

Il riso crodo è una varietà di riso selvatico. La sua caratteristica è quella di essere la pianta infestante più temuta dai risicoltori molto simile d’aspetto al riso “buono”.
Il riso crodo cresce insieme al riso ed è commestibile ma quando matura il chicco non resta nella spiga e cade a terra rendendo impossibile la sua raccolta. In genere la pianta del riso crodo si riconosce perché è più alta della pianta di riso e il chicco è di colore rossastro e per questo motivo è chiamato anche red rice. A volte tali differenze sono minime – sia l’altezza che il colore diverso – e questo rende difficile individuarlo tra le piante di riso.
La sua pericolosità sta nel maturare prima del riso e la granella, detta crodatura, molto resistente e capace di riprodursi per anni, cade a terra infestando in modo incontrollabile la risaia. In questo modo compromette seriamente il raccolto: solo dieci piante di riso crodo per ogni metro quadro provocano la perdita del 25% del raccolto. Numeri importanti che hanno mosso i colossi dell’industria chimica mondiale, come la DuPont e la Basf, a investire nella ricerca per combattere il riso crodo.
I risicoltori cercano di difendere i propri raccolti con il diserbo, cioè eliminando le piante infestanti in fase di presemina, o con la falsa seminaun’antica tecnica agronomica che consiste sostanzialmente nel preparare il terreno e nell’irrigarlo come se si effettuasse una normale semina ma in realtà senza interrare la semente. In questo modo si va a stimolare la germinazione dei semi delle piante infestanti presenti nel terreno, successivamente eliminate con un’operazione meccanica tramite l’erpice strigliatore. Spesso a una falsa semina può seguire una nuova falsa semina. Nella coltivazione del riso alla vera semina precedono più di dieci false semine” Fonte Wikipedia

modellino di erpice strigliatore

modellino di erpice strigliatore

La ricerca scientifica è riuscita a creare una nuova arma contro il riso crodo. Infatti da diversi anni l’industrie chimiche hanno messo sul mercato delle varietà di riso transgeniche suscitando le proteste sia degli agricoltori che degli ambientalisti. Ma questa è un’altra storia vera di cui parlerò più avanti.

Carmen Arancino

... Scrivi la tua opinione ...